Escursione al Lago di San Pancrazio Merano 2000

0 Shares
0
0
0
Paesaggio
Avventura
Difficoltà

L’escursione al Lago di San Pancrazio – Kratzberger See nel comprensorio di Merano 2000 parte dalla stazione a monte della cabinovia di Falzeben di Monte Pivigna (1.937) oppure si può raggiungere anche con la funivia di Merano 2000.

Qui volendo si può fare subito una sosta e farsi un giro sulla pista di Bob. Un vero e proprio obbrobrio che deturpa il paesaggio. Forse sarò un po’ estremista ma certe cose in montagna non si dovrebbero proprio vedere.

Seguendo il sentiero n° 3 si attraversano quei prati che d’inverno sono le piste sciistiche del comprensorio di Merano 2000. In breve tempo si raggiunge il Giogo di Pietramala a 2.126 m caratterizzato dalla grande croce lignea che si vede in lontananza. Il giogo rappresenta anche lo spartiacque tra Merano 2000 e la Val Sarentino. Qui si nota la grande differenza tra il territorio di Merano 2000 dove la mano dell’uomo ha pesantemente invaso il territorio con gli impianti di risalita e quello più naturale del versante della Val Sarentino. Poco distante una tabella esplicativa racconta proprio dei numerosi interventi di ripristino effettuati per rinverdire il territorio.

Superato il giogo la strada continua in costa in un alternarsi di saliscendi per arrivare sino al laghetto di San Pancrazio – Kratzenberger See.

Le montagne viste nella foto sopra con l’App PeakVisor

Nonostante fosse il giorno di Ferragosto qui incontriamo “fortunatamente” pochissime persone, vuoi anche perché non ci sono punti di ristoro nelle vicinanze.

Qui l’atmosfera è serafica, nessun rumore dato che non ci sono strade vicine, solo il debole scroscio del torrentello alimentato dal laghetto che si riversa verso il fondovalle. L’acqua è gelida ma la spiaggia di sabbia chiara fa dimenticare di essere a 2.126 metri di altezza. E’ il luogo ideale per concedersi una piccola siesta tranquilla. In acqua sulle rive centinaia di piccoli girini giocano indisturbati.

La giornata dal meteo molto variabile ha dato un senso a quello che si definisce vestirsi a cipolla. Dalla T-Shirt alla felpa + giacca. Almeno non ha piovuto.

Il ritorno può avvenire sulla stessa strada, in tal caso bisogna verificare di arrivare alla stazione a monte della seggiovia entro le 17:00 ora dell’ultima corsa. Noi siamo scesi direttamente al parcheggio di Falzeben attraverso i prati e boschi seguendo le relative indicazioni.

Percorso con un dislivello assoluto di soli 250 metri in salita che però quasi raddoppiano considerando i numerosi saliscendi dell’ultimo tratto, rimane comunque un facile percorso anche per bambini. L’ultimo tratto non è percorribile con il passeggino.

Panorama 360° Merano 2000 e Val Sarentino

Scarica
0 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like