Il campanile sommerso del lago di Resia a Curon Venosta

1 Shares
1
0
0
0
0
0
Paesaggio
Avventura
Difficoltà
Instagrammabilità

È il campanile del vecchio paese di Curon Venosta quello che oggi spunta dal lago di Resia o dalla neve in inverno.


Nel 1950 venne creato l’invaso artificiale del lago di Resia con la costruzione di una diga dalla Montecatini. Era il periodo post bellico dove si pensava poco all’ambiente e al rispetto delle persone e più al profitto derivante dalla costruzione di una centrale elettrica.
A fianco del campanile sotto terra e cemento c’è il vecchio paese di Curon, poi ricostruito più in alto. Il campanile romanico, risalente al Trecento e annesso alla chiesa di Santa Caterina, non fu distrutto in quanto sotto tutela dei beni culturali.
Così è rimasto lì da oltre settant’anni a sottolineare quel confine tra pubblica utilità e prepotenza e arroganza. Come è facile intuire, il paese fu fatto sfollare senza troppa preoccupazione verso gli abitanti di case e terreni. Ma proprio quel pezzo di campanile che spunta dal lago rappresenta oggi la fortuna di questi luoghi. Il tempo e il destino ha voluto dare come una sorta di compensazione per i soprusi subiti. Il campanile è infatti un elemento iconico che richiama ogni anno molti turisti. Il campanile è anche il protagonista del libro di Marco Balzano “Io resto qui” che narra proprio delle vicende legate allo spostamento del paese. Più di recente è diventato ancora più famoso grazie alla serie televisiva mistery/thriller Curon prodotta da Netflix. Quest’ultima ha dato al luogo un tocco di mistero soprannaturale. In realtà però di misterioso non c’è nulla anche se viene naturale volerlo credere. Con la neve è possibile raggiungere a piedi il campanile e questo lo rende decisamente meno tenebroso di quando è sommerso da pochi metri d’acqua.
Di fatto è un luogo unico che merita sicuramente una visita in estate ed una anche in inverno con la neve. Consiglio di coprirsi bene perché questa zona dell’alta Val Venosta è battuta da venti molto forti. Non a caso vi si pratica il kitesurfing in estate e lo snowkiting in inverno.

Album foto del campanile del lago di Resia immerso nella neve

1 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You May Also Like