Shalecht Foglie cadute

Berlino: i luoghi della memoria dell’Olocausto

0 Shares
0
0
0
0
0
0

Il 27 gennaio ricorrere ogni anno il giorno della memoria per commemorare le vittime dell’olocausto, la Shoah. Il 27 gennaio del 1945 il campo di concentramento di Auschwitz fu liberato dall’Armata Rossa.
La Senatrice Liliana Segre ha dichiarato: “Il giorno della memoria c’è sempre grande interesse, ma è dal 28 di gennaio in poi che bisogna ricordare”.
Credo che sia molto importante ricordare e tenere vivo il ricordo di quei periodi storici e di quegli eventi. Soprattutto oggi dove molti sembrano ignorare la storia e ancora peggio negarla.
Per questo sono importanti i luoghi della memoria. Luoghi visitabili sempre. Queste foto sono di un viaggio a Berlino nel 2019.
Il Memoriale per gli ebrei assassinati in Europa (link). Un’area di 19.000 metri quadrati con 2711 stele di calcestruzzo sistemate con angolazioni leggermente diverse. Ci si può camminare in mezzo e il senso di disorientamento e insolazione è piuttosto forte. È un luogo che fa riflettere. Realizzato nel 2003 e progettato da Peter Eisenman.
Il secondo luogo è il Museo ebraico (link), il più grande in Europa dedicato agli ebrei. L’ampliamento a forma di un zig zag, quasi un fulmine disteso è stato progettato dall’architetto Daniel Libeskind.
È stato infatti soprannominato blitz (fulmine in tedesco).
Fano parte del complesso il Giardino dell’Esilio e la Torre dell’Olocausto. Dei luoghi difficili da raccontare ma assolutamente emozionanti.
Molto forte anche l’installazione Shalecht, Foglie Cadute. In un enorme spazio vuoto ci sono 10 mila facce in acciaio. Ci si può camminare dentro, pestando quei volti che simboleggiano gli ebrei e sentendo il forte rumore metallico del metallo su metallo.
Sono luoghi simbolicamente molto forti che provocano un fortissimo senso si disagio e destabilizzazione.
Se programmate una visita a Berlino vi consiglio di includere questi luoghi nel vostro itinerario.

0 Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You May Also Like